x 
HAI TROVATO UN PREZZO PIU' BASSO DEL NOSTRO? >>> NON ANDARE VIA>>> CONTATTACI >>> CERCHEREMO IL PREZZO MIGLIORE E PIU' BASSO PER TE
Telescopio Astronomico
Microscopio Didattico
Microscopio per Riparazioni
Binocolo Astronomico
Protezione Cliente

Binocoli Nikula e Visionking 8x42: Test e Recensioni

Scritto da:  Walter Ferreri

 

Binocoli Nikula e Visionking


Quando si parla dell'attrezzatura dell'osservatore, una cosa che non deve mai mancare è un comune binocolo, che non deve essere visto come una versione minore di un telescopio ma come un vero e proprio strumento complementare, utilissimo a ogni osservatore del cielo.


Per "comune binocolo" intendiamo uno strumento con obiettivi fra i 30 e i 50 mm e ingrandimenti fra 6 e 12x. Cioè non parliamo dei binocoli definiti "astronomici" per la loro grande capacità di raccolta della luce, ma di quelli usuali e portatili che sono richiesti dalla maggioranza del mercato. L'immediatezza nell'uso, il vasto campo e la visione binoculare sono tutti fattori che rendono il binocolo uno strumento impagabile per l'osservatore. La ditta Satellite e Multimedia SAS di San Nicola La Strada (CE) ( Otticatelescopio.com)  ci ha fatto pervenire due di questi binocoli, che si differenziano principalmente l'uno dall'altro per la presenza di prismi a tetto in uno e di Porro nell'altro.


Il Nikula 8x42


Iniziamo a considerare quello con prismi a tetto, un Nikula 8x42, dalle dimensioni di 16 ( lunghezza) x 13 x 5 cm, che, oltre che dall'aspetto molto gradevole, appare molto compatto e robusto grazie al duro rivestimento in gomma rigida. Questa gomma lo rende veramente antiscivolo, come dichiara l'importatore. La sua custodia è in solida nappa nera e, oltre al binocolo, contiene cinghia per tracolla, panno per la pulizia e sacchetto di silica-gel per l'assorbimento dell'umidità. Comunque, a proposito di umidità, questo binocolo viene dichiarato resistente all'acqua. Il tappo per gli oculari, di gomma, è un pezzo unico per entrambi mentre i tappi per gli obiettivi sono individuali, ma collegati al corpo del binocolo con una striscia in gomma anti smarrimento. Nel caso che diano fastidio, i tappi degli obiettivi si possono togliere completamente, svitando la vite anteriore. Tolta questa, appare la filettatura per avvitarvi le staffe a "L" necessarie per fissare il binocolo su treppiede. Qui i progettisti cinesi hanno manifestato notevole lungimiranza. Il peso relativamente alto (625 g) in relazione alle sue dimensioni ne aumentano l'impressione di solidità. La messa a fuoco, centralizzata, avviene con una larga manopola situata nella parte posteriore, molto comoda da azionare. Il movimento è morbido e uniforme ed è realizzato con il sistema poco diffuso di spostare dei gruppi interni, anzichè avvicinare o allontanare gli oculari dagli obiettivi. Il valore minimo della focheggiatura però si ferma a 10-12 m ( il valore esatto varia da osservatore a osservatore ); un valore modesto per un 8x42 e più consono a binocoli di maggiori dimensioni. Gli obiettivi, riparati da circa 0,5 cm di paraluce, esibiscono una colorazione violacea e appaiono perfettamente uniformi e trasparenti. Il trattamento antiriflesso degli oculari produce invece una tonalità verde-azzurra. I paraluce degli oculari sono dotati di un movimento elicoidale che consente di estrarli fino a 8 mm. Questo è un accorgimento molto utile quando si osserva il cielo da un sito in cui sono presenti luci indesiderate; così si evita l'infiltrazione di luce laterale. L'interno appare ben schermato, cioè l'opacizzazione interna è buona, ma non al livello del VisionKing. 


La distanza inter pupillare varia da un minimo di 58 a un massimo di 76 mm, tale da coprire ogni variazione possibile per gli esseri umani. L'estrazione pupillare di 20 mm non solo rende l'osservazione agevole ma consente la visione del campo pieno anche con gli occhiali. Le dimensioni delle pupille d'uscita, perfettamente rotonde, da 5 mm, hanno dimostrato che il binocolo sfrutta completamente i diametri degli obiettivi. Questo aspetto è stato ulteriormente verificato proiettando un fascio luminoso dall'oculare. Sul foglio chiaro che abbiamo piazzato davanti agli obiettivi si è proiettato un disco da 42 mm di diametro.


La valutazione dell'ottica


Abbiamo quindi iniziato a guardarci dentro, notando per prima cosa l'estensione del campo, che è risultata di 48 ed è una cosa molto importante quando si parla di binocoli per un buon allineamento delle ottiche. Ricordiamo infatti che il difetto più comune che si riscontra nei prodotti di scarso pregio è proprio il disallineamento. Siamo quindi passati a valutare la nitidezza (che dipende principalmente dall'aberrazione sferica), che è risultata buona su tutto il campo. Stessa considerazione per la correzione del cromatismo, della curvatura di campo, del corna e dell'astigmatismo ed eccellente quella della distorsione. In un confronto con un binocolo ai vertici della produzione mondiale (e quindi molto più costoso), il Nikula ha manifestato una contenuta inferiorità nella nitidezza e nel contrasto (offrendo un'immagine un po' meno secca), ma come distorsione ha retto il paragone, convincendoci che vale assolutamente il prezzo richiesto; inoltre, dimostra che oggi, tra le marche particolarmente blasonate e le altre, non c'è più quel divario che si poteva avvertire in passato.


Osservando il cielo


In una panoramica sul cielo, la soddisfazione maggiore l'abbiamo avuta con le Pleiadi, dove siamo giunti a scorgere stelle di ottava magnitudine. Questo è un valore inferiore, in cifra tonda, a una magnitudine rispetto a quanto riportato nelle caratteristiche tecniche, ma questo è in accordo col fatto che il sito dove abbiamo effettuato la prova era alquanto disturbato da inquinamento luminoso. Senza dubbio, sotto un cielo limpido e lontano da disturbi luminosi la magnitudine 9 è raggiungibile.

 

Prove


Graziosi gli ammassi M36, M37 e M38 nell'Auriga, ma M44 - che veniva risolto in stelle - era più spettacolare. La nebulosa M42 non si mostrava molto estesa; M35 era ben visibile. Invece, non ci è stato possibile vedere la nebulosa Granchio.


VisionKing 8x42


Questo è un binocolo più classico, che fa uso dei prismi di Porro e che viene dichiarato resistente all'acqua. Nella confezione troviamo anche un pieghevole che in sei lingue (tra le quali l'italiano) fornisce le istruzioni per l'uso. Dato il breve spazio a disposizione, si tratta di indicazioni didascaliche, ma corrette ed efficaci. Meno corretto è l'uso della nostra lingua ma la comprensione non è mai a rischio. La prima cosa che colpisce in questo binocolo nero e gommato, una volta estratto dalla sua confezione (anche qui astuccio di nappa, cinghia per tracolla e panno per la pulizia), è il peso: ben 240g, un valore più consono a binocoli tipo 10x50 che non 8x42. In compenso, questo VisionKing appare molto robusto, ancor più del Nikula, e "casca" meglio in mano; la presa è sicura grazie alla gomma rigida antiscivolo. Le dimensioni sono di 18 (larghezza) x 14 x 6,5 cm. Anche qui vi è un tappo unico per gli oculari, mentre quelli degli obiettivi sono distinti e non collegati al corpo del binocolo. Un tappo copre la filettatura anteriore per il collegamento ai treppiedi fotografici. La messa a fuoco è tradizionale; avviene, con il sistema centralizzato, spostando gli oculari. In meno di un giro si passa dall'infinito a soli 4 m: valore ottimo. La grossa manopola zigrinata e gommata ruota uniformemente e dolcemente. I paraluce degli obiettivi si estendono di 11-12 mm oltre gli stessi e grazie a un diaframma offrono una notevole protezione dalla luce indesiderata. E' verde-azzurro il colore dato agli obiettivi dai trattamenti antiriflesso; lo stesso che compare sugli oculari. Sia le lenti obiettive che quelle oculari appaiono perfettamente trasparenti e uniformi. Anche i paraluce degli oculari del VisionKing possono essere estratte, ma di un valore minore, di 6-7 mm. L'interno ben opacizzato non crea problemi con luce e riflessi indesiderati. La distanza inter pupillare varia da un minimo di 55 a un massimo di 76 mm: valori che mettono al riparo anche da viste inconsuete. L'estrazione pupillare, che alle nostre misure è risultata di 17 mm, permette una visione comoda, ma non è sufficiente per avere contemporaneamente tutto il vasto campo sott'occhio quando si indossano occhiali. Poichè questo binocolo, come il Nikula, è targato 8x42, siamo rimasti stupiti nel constatare una pupilla d'uscita più piccola, sui 4,5 mm di diametro. Un tale aspetto sta a indicare che non viene sfruttata tutta l'apertura piena degli obiettivi. La verifica con la luce proiettata dall'oculare ha confermato questo aspetto; in effetti l'apertura efficace, quella utile, è risultata di 35-36 mm. La riduzione dell'apertura piena emerge già scrutando il binocolo dalla parte anteriore; un diaframma situato molto vicino all'obiettivo dà l'idea che debba in qualche modo diaframmarlo.


La valutazione dell'ottica


Guardandoci dentro, la prima cosa che emerge è la gradevole sensazione offerta dal campo molto vasto, che vale ben 65', equivalenti a 8' sul cielo oppure 143 m a i km. Anche qui abbiamo una buona collimazione e immagini nitide, nonchè adeguatamente contrastate. Più precisamente, in linea di massima vi è una correzione buona di tutte le aberrazioni. Rispetto al Nikula, si ha una correzione leggermente migliore dell'aberrazione cromatica, mentre la distorsione è trascurabile. Nella visione ai crepuscoli, l'immagine
è leggermente meno luminosa di quella offerta dal Nikula, ma sulle stelle la magnitudine limite è la stessa. La leggera superiorità nel diametro effettivo del binocolo con prismi a tetto, che con il calcolo gli attribuisce una magnitudine limite superiore di 0,2, non è stata percepibile nell'osservazione del cielo; non ci è stato possibile scorgere con il Nikula alcuna stella che non fosse anch'essa visibile con il VisionKing. Il merito è dovuto alla correzione dell'aberrazione cromatica leggermente migliore di quest'ultimo, a fronte di immagini leggermente meno luminose. In un confronto con il binocolo molto più costoso già utilizzato col Nikula, il Visionking ha manifestato nella nitidezza solo una leggera inferiorità. Sul cielo, con questo binocolo abbiamo osservato gli stessi astri citati parlando del Nikula, ricavandone gli stessi risultati.


Dovendo scegliere...


In definitiva, quale binocolo scegliere fra questi due?


Per chi porta gli occhiali, per l'escursionista o anche il semplice turista, non c'è dubbio che sia preferibile il Nikula, più compatto e leggero, anche se la minima distanza di messa a fuoco non consenta di utilizzarlo con profitto sugli insetti o piccoli animali a distanza ravvicinata. Per chi pensa a un uso stanziale, noi diremmo il VisionKing, per il suo campo maggiore, perchè si impugna meglio a fronte del fatto che mostra stelle tanto deboli quanto il Nikula. Entrambi gli strumenti hanno un prezzo molto ragionevole ( inferiore a quello di un buon oculare a grande campo! ) a fronte di immagini di qualità adeguata a soddisfare le comuni esigenze dell'utilizzatore di binocoli.

Per questo ci sentiamo di consigliarli all'astrofilo come completamento e sussidio all'uso del telescopio. Le loro prestazioni sono solo di poco inferiori a quelle esibite dagli 8x40 o analoghi delle case più prestigiose ( il cui prezzo è di almeno dieci volte superiore! ), rendendoli assai interessanti sotto il rapporto prestazioni/prezzi.

Si ringrazia la Satellite e Multimedia SAS di San Nicola La Strada, Caserta via cairoli 93/95 per aver messo a disposizione i binocoli citati, il cui prezzo è identico: 69,99 euro.

Il sito è all'indirizzo www.otticatelescopio.com.

 

Link Nikula 8x42

Link VisionKing 8x42

Link Categoria Binocoli

 

Nuovo Orione 275 Aprile 2015

0.0/5 di 0 utenti. ( 0 Recensioni.)
Al Momento non ci sono recensioni
Lascia la tua Recensione o Commento:
pagamenti sicuri

Articoli del nostro Blog

Rivenditore per L'italia di:
Telescopi Newton, Rifrattori, Dobson, Mak, Omegon
Telescopi Newton, Rifrattori, Schmidt Cassegrain, Celestron
Telescopi Newton, Rifrattori, Dobson, Schmidt Cassegrain, Meade
Telescopi Newton, Rifrattori, Dobson, Skywatcher
Telescopi per Principianti e per Bambini Konus
Telescopi Newton, Rifrattori, Telescope Service
Telescopi, Binocoli, Microscopi e Accessori OTS Telescope
©Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari.
Per Ordini / Ritiro a mano a Caserta e a Frosinone chiamare per appuntamento al 0823 / 1540956 oppure 349 2588243

Negozio Telescopi e Prodotti per l'astronomia in Campania


Negozio specializzato nella vendita online di strumenti astronomici binocoli e microscopi. Prodotti per l'osservazione, lo studio e l'astronomia, con possibilità di ritiro di persona per Napoli, Caserta, Cassino, Frosinone, Roma. Offriamo Prezzi Bassi e scontati su tutti i prodotti proposti. Se cerchi un telescopio astronomico sei nel posto giusto.


Accettiamo come metodo di pagamento: Bonifico Bancario, Paypal, Carta di Credito, Contrassegno e Ricarica PostPay.

Satelliti e Multimedia SAS Sede Legale non aperta al pubblico Largo Rotonda 19 Parco Dei Cedri San Nicola La Strada 81020 Caserta P.IVA 03754520611 Numero REA: CE - 270003